“La magia della rappresentazione” – Restituzione

Al termine della ricerca il team produce un evento/spettacolo. Un “Instant Silent Play” in cui gli spet-tatori, ognuno dotato di una radioguida che fornisce la colonna sonora, vengono guidati dai perfo-mer (attori e danzatori) a visitare ed abitare in modo originale il luogo. Il termine “Silent Play” gioca con l’ambivalenza del verbo to play in inglese, che significa sia giocare che rappresentare. Lo con-tamina con l’immaginario che accompagna la pratica di Silent Disco, che dai primi anni 2000 ac-compagna una particolare forma di evento musicale. Nella versione notturna alla colonna sonora ed alle azioni dei performer si aggiungono le immagini di documenti storici, scorci particolari, volti, vi-deointerviste etc. proiettati lungo il percorso da un sistema di videomapping 2.0, che utilizza la vi-deoproiezione su superfici non tradizionali attraverso dispositivi portatili, estremamente flessibili e a basso impatto ambientale, che offrono una inedita possibilità di trasformazione immaginaria dei luo-ghi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...